Obiettivi

Obiettivi

Obiettivi

Le varie attività progettate hanno il fine di:
-informare ed elevare in questo modo il livello di conoscenza degli imprenditori agricoli e forestali sull’ ottimizzazione dell’uso delle risorse quali acqua ed energia.Approfondimenti tecnici inerenti la risorsa acqua utili per per facilitare l’utilizzo di tecniche di gestione dell’acqua a fini irrigui al fine di salvaguardare l’ambiente ed evitare fenomeni di salinizzazione del suolo agrario o l’abbassamento delle falde acquifere per l’emungimento indiscriminato delle stesse, da parte degli addetti del settore agricolo e forestale.
Per questo obiettivo si è dovuta realizzare anche una fase propedeutica di studio del territorio per individuare le zone di interesse specifico all’irrigazione con seconde colture dedicate e coltivate tramite l’utilizzo dell’irrigazione come anche le aziende ad indirizzo ortofrutticolo non aderenti alle O.P. (utilizzo di macchine irroratrici a bassa pressione e corretta taratura degli ugelli per una perfetta nebulizzazione del trattamento con riduzione delle miscele fitoiatriche e
quindi riduzione dei costi e degli impatti ambientali).
-sensibilizzare gli addetti del settore agricolo e forestale in materia di Energie rinnovabili (come fotovoltaico, solare termico e relativo conto termico di nuova generazione, gli impianti ibridi fotovoltaici e termici, i pannelli innovativi trasparenti e colorati, il biogas da colture dedicate, la geotermia e l’ eolico/micro eolico) come strumenti di ottimizzazione degli input energetici e di miglioramento del reddito nell`azienda agricola attraverso il risparmio energetico derivante dall’uso di tali tecnologie.
Anche per questo obiettivo si è dovuta realizzare una fase propedeutica di studio del territorio per individuare le zone di interesse specifico ed in particolare lo studio si è rivolto verso quei territori dove insistono le aziende maggiormente “energivore” come appunto quelle vitivinicole, zootecniche, gli agriturismi e tutte quelle aziende che gestiscono la trasformazione dei prodotti o che utilizzano ad esempio celle frigorifere o altri strumenti fortemente “energivori” Vivai con coltivazioni in serra riscaldata etc. Informare infine e portare a conoscenza gli addetti del settore agricolo e forestale dei diversi C.G.O. e delle B.C.A.A in merito alla loro valenza ambientale con particolare riguardo alla risorsa idrica, impianti di irrigazione e minimo consumo idrico attraverso irrigazione a goccia, macchine innovative per la distribuzione dei trattamenti (atomizzatori, botti per diserbo, pompe carrellate di ultima generazione) per arrivare all’utilizzo
dei droni in agricoltura e alle attrezzature senza conducente teleguidate da droni tramite rilevamento GPS. etc.
– informare e migliorare il bagaglio di conoscenza degli addetti del settore agricolo e forestale sulle possibilità offerte dal PAI (Piano Assicurativo Nazionale) per difesa passiva delle produzioni agricole dalle avversità con polizze agevolate da contributi comunitari e nazionali attraverso i consorzi di difesa (vino/ortofrutta non aderenti ad O.P./seminativi etc)
– diversificare le attività produttive attraverso l`utilizzo di piante tintorie. Tecniche di produzione e di attrezzature necessarie alla coltivazione delle piante tintorie. Tecniche di produzione di coloranti vegetali da matrici vegetali per la colorazione naturale di tessuti e loro distribuzione per il mercato manifatturiero e non solo (vernici spring color).

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.