Progetto 39359

Progetto 39359

progetto 39359

OBIETTIVI

Il presente progetto prevede una serie di azioni informative da realizzarsi nella provincia di Ancona e che sono state elaborate per perseguire i seguenti obiettivi:

1-GESTIONE AZIENDALE

Ambito “Gestione aziendale o sicurezza nei luoghi di lavoro”

Il settore agricolo, rispetto al passato ha acquisito una notevole “mobilità” adeguandosi in termini di normativa, opportunità di differenziazione dei prodotti e servizi, capacità e possibilità di gestire le scelte aziendali in base al mercato e tarando di conseguenza gli investimenti da mettere in gioco.

I concetti sopra esposti sono stati fortemente sostenuti dalla UE che, nel corso del tempo, con l’evoluzione delle politiche agricole proposte e della conseguente destinazione dei fondi strutturali, ha fornito una chiara indicazione su quali fossero le linee da seguire. Risulta fondamentale per le aziende agricole che vogliono mantenersi costantemente competitive sul mercato e, magari, usufruire delle opportunità economiche offerte dai fondi pubblici, essere a conoscenza delle direttive e degli input che provengono dalla UE, sia in termini di concetti generali, sia, nello specifico, delle varie misure del PSR, per, eventualmente, individuare lo strumento più adatto per lo sviluppo della propria attività. A completamento sulle opportunità di crescita aziendale, uno strumento importante è anche l’accesso al credito che, se opportunamente valutato e ponderato, rappresenta una ulteriore possibilità per lo sviluppo di nuovi progetti aziendali. Sempre in un’ottica di “imprenditorialità” attiva ed efficace, non bisogna trascurare, nel panorama della gestione aziendale, sia la componente assicurativa, volta a tutelare l’imprenditore e l’impresa che quella relativa alla sicurezza alimentare in termini di corrette prassi, normativa e adempimenti relativi alla etichettatura.

Si è pensato di proporre ad aziende di recente costituzione e ad aziende interessate a sviluppare le proprie attività una serie di seminari dedicati ai temi sopra esposti, nonché di video che saranno diffusi a mezzo social media, di sessioni pratiche e di pubblicazioni cartacee distribuite alle aziende .

2-DIVERSIFICAZIONE

Ambito “Diversificazione delle attività aziendali”

Le opportunità per le imprese agricole di essere presenti sul mercato, grazie sia ad una concezione di agricoltura “a più ampio respiro” e sia al sostegno delle politiche europee, sono considerevolmente aumentate. “Leggere” il territorio contestualmente alle proprie caratteristiche aziendali può consentire di individuare sbocchi e aperture economiche verso nuovi target e mercati, rappresentati da consumatori e utenti particolarmente sensibili a tematiche quali la salubrità dei prodotti alimentari, la salvaguardia dell’ambiente, la ricerca della “qualità” in termini di produzioni e servizi sostenibili. Tra le attività connesse, quella che ha visto un vero e proprio “boom” è quella agrituristica che consente lo sviluppo di una pluralità di possibilità che vanno dalle attività ricreative, alla ristorazione, da quelle educative a quelle culturali.

Si vogliono proporre attività seminariali, video che saranno diffusi tramite social media e pubblicazioni cartacee da distribuire ad imprenditori agrituristici e a imprenditori interessati ad intraprendere tale strada così da fornire informazioni utili in tema di accoglienza e strategie per migliorare le offerte alla clientela in un’ottica di custode satisfaction tale da rendere le aziende più competitive in un mercato sempre più esigente.

3-TUTELA AMBIENTALE

Ambito “Ottimizzazione dell’uso delle risorse quali acqua ed energia”

Il settore dell’agroalimentare è fortemente legato all’ambiente ed a una corretta gestione di quest’ultimo, basata sui criteri delle produzioni sostenibili che risultano essenziali al mantenimento dei requisiti per uno sviluppo agricolo durevole e rispondente alle esigenze del mercato.

Oltre alle considerazioni di carattere generale sulla tutela ambientale, sposate fortemente anche dalla UE ed evidenziate dalle linee guida su tale tema che si evincono anche dalla lettura dei principi su cui vengono distribuite e gestite le risorse economiche della PAC e del PSR, si deve tener conto anche delle peculiari caratteristiche dei nostri territori. La struttura dei terreni locali risulta soggetta, in generale, a fenomeni di instabilità, maggiormente riscontrabili ed evidenti nelle zone soggette a rilievi e pendenze, che dipendono sia dalla composizione e dalla struttura del suolo che da fattori di non corretta gestione dei territori. A tutto ciò si debbono aggiungere fenomeni climatici quali rovesci violenti e copiosi, sempre più frequenti rispetto al passato e legati ai cambiamenti climatici. Gli elementi sopraenunciati devono necessariamente essere presi in considerazione per poter effettuare delle valutazioni da cui trarre elementi indispensabili per una corretta strutturazione aziendale. Con le attività proposte in questo progetto, legate a questi temi, ci si rivolge a quelle aziende che per giacitura o per uno specifico interesse per gli argomenti proposti, possono beneficiare delle informazioni erogate su temi legati a quanto sopra indicato, tramite attività seminariali, pubblicazioni cartacee distribuite alle aziende e diffuse sui social media, newsletter di aggiornamento spedite tramite e-mail

 

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.